Domani tutti in Vespa a Cartosio!

sabato 27 maggio 2017

 Importante appuntamento domani, domenica 28 maggio, per tutti i vespisti e gli appassionati di questa motocicletta, in quel di Cartosio, un ridente paesino delle colline acquesi sulla strada che porta verso il Sassello, dove in occasione della “Festa delle Frittelle” ci sarà anche il Raduno delle Vespe “Memorial De Rossi”, dedicato a due piloti che fecero grande il “Vespa Club Genova” negli anni ‘50 e ‘60.

La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco di Cartosio in collaborazione con quella di Ponti, il paese dove si celebra il mitico Polentone, ma torniamo alle vespe, molto interessante e ricco il programma del raduno, che vede anche la partecipazione di Annalisa De Rossi e Guido De Rossi, la figlia e il nipote dei due campioni Guido e Gianni, entrambi originari di Cartosio.

Il ritrovo sarà alle ore 9,00 in Piazza Terracini per l’iscrizione e la colazione, alle 10,45 si partirà tutti a bordo della propria vespa o del proprio scooter per il giretto turistico di 11 km, con la sosta per l’aperitivo presso la Pro Loco di Ponti e poi il ritorno a Cartosio per il pranzo intorno alle 12,30. 

La quota d’iscrizione di 10 euro comprende la colazione, l’aperitivo e un gadget dell’evento per i primi 100 iscritti, il pranzo è libero presso gli stand in Piazza e non compreso nella quota. 

Alle 15,00 la Piazza si unirà nel ricordo dei due campioni, i fratelli De Rossi, Guido partecipò alle prime edizioni della “1000 km in vespa” e scrisse anche un libro su questa corsa, a cui ne seguirono altri sul mondo della vespa, nel ’56 prese parte al “Giro dei Tre Mari” vincendo l’edizione, vinse anche nel ’61 il “Giro di Sicilia” e successivamente anche un’edizione della “Casale-Asti”, gare del campionato italiano vespistico di regolarità. Gianni invece, dipendente della Piaggio, partecipò anche lui a diverse gare di regolarità all’epoca ottenendo buoni piazzamenti, fece da staffetta con l’immancabile vespa a un “Giro Ciclistico d’Italia” ma fu anche un modello per la pubblicità della vespa e soprattutto la controfigura dell’attore protagonista nel film “Dik Smart 2001” con la vespa che vola, grazie alle sue profonde conoscenze tecniche del mezzo avendone lavorato al progetto del prototipo.

Verso le 15,30 in onore dei fratelli De Rossi “Tazio il Biondo” scalerà a mani nude la Torre Medioevale di Cartosio, simbolo del paese edificata fra il XII e XIII secolo e alta poco più di 22 metri, il tutto contornato dalle deliziose frittelle che inizieranno a essere distribuite già dal mattino alle 9,30 e dai vari eventi che si susseguiranno durante tutta la giornata.

Per gli amanti delle passeggiate invece sarà possibile con solo 6 euro iscriversi e partecipare alla camminata delle chiese campestri, che con un dislivello di 400 metri su circa 8,5 km di percorso immerso nel verde toccherà alcune delle chiese più piccole del paese fino ad arrivare a Ponzone, dove si potrà ammirare uno splendido panorama, qui sono invitati anche gli amici a quattro zampe, partenza alle 10,00 sempre da Piazza Terracini, compresa nella quota d’iscrizione una bottiglietta d’acqua e un buono per un piatto di polenta con ragù o gorgonzola spendibile presso gli stand della festa.

WALTER POGGIO 

 

Altri articoli di "Motori"
Motori
30/10/2017
 Versatile, simpatica e sbarazzina, è la nuova Citroen C3 Aircross, la ...
Motori
29/07/2017
 La sigla G/S in casa BMW da più di 36 anni è sinonimo ...
Motori
30/06/2017
 La Fiat 500 quest’anno festeggia sessant’anni e lo fa con una serie ...
Motori
26/05/2017
 Domenica 28 maggio a Basaluzzo in occasione della “12a Sagra delle Pro Loco ...
 Il corso “I più fragili tra i più deboli/Giallo come il miele” (marchio registrato ...