Studio: i migliori atenei italiani

Il sistema universitario italiano i cui titoli di studio hanno un valore legale su tutto il territorio sono: 67 Università Statali, 19 non statali, ma legalmente riconosciute ed 11 non statali, ma telematiche anch’esse valide, per un totale di 97 istituzioni visit IBET NETWORK live casino.

Esiste una grande differenza tra quelle pubbliche e quelle private, mentre le prime solitamente costano meno, anche per garantire a tutti il diritto all’istruzione, le seconde pur essendo di gran lunga più care, offrono notevoli vantaggi.

Prima di tutto il numero degli studenti è ridotto, questo permette ai docenti, spesso più preparati e sicuramente più motivati, di seguirli meglio, specie durante la preparazione degli esami.

Inoltre, grazie ai collegamenti stretti con le aziende, sono in grado di offrire maggiori opportunità di lavoro, una volta terminati gli studi.

La qualità di una università dipende da tutta una serie di fattori sia organizzativi che strutturali, come il numero degli studenti che frequentano, quello dei docenti, la presenza di biblioteche aggiornate e funzionanti, aule idonee, non per ultimo i risultati attesi ed effettivi e la corrispondenza con la richiesta esterna di formazione e ricerca.

Uno dei criteri che decretano la qualità di un ateneo è senza dubbio la regolarità negli studi, ovvero la capacità di concludere il corso di laurea, nei tempi previsti dagli ordinamenti

Nelle università del nord vengono insegnate materie che offrono un maggior livello di specializzazione, mentre al sud sono preferite quelle teoriche, che in molti casi risultano del tutto inutili.

La classifica dei migliori atenei viene fatta in base alla loro grandezza, tra le mega ai primi quattro posti troviamo: Bologna, seguita da quella di Padova, di Firenze e la Sapienza di Roma.

Tra quelle di grandi dimensioni c’è Perugia, poi Pavia, Parma e l’Università della Calabria.

Tra gli atenei medi troviamo Trento, Sassari, Siena e Trieste, mentre tra le piccole c’è quella di Camerino, seguita dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria, al terzo posto quella di Foggia ed al quarto Teramo.

Tra le private spicca la Bocconi di Milano e la Cattolica di Roma, affiancata dalla Luiss.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *